Dall’inizio dell’Intifada di Al-Aqsa sono 613 le vittime palestinesi a Nablus. 81 erano bambini.

Da: http://palestine-info.info

Dall’inizio dell’Intifada di Al-Aqsa, il 28 settembre del 2000, e fino al 26 febbraio di quest’anno, il numero delle vittime palestinesi a Nablus, una delle più grandi città della Cisgiordania, a seguito delle aggressioni israeliane, è salito a 613 – tra cui 81 bambini e 29 tra ragazze e donne.

Le perdite economiche ammontano a 1,8 milioni di dollari. I danni materiali alle case e alle strutture della Città Vecchia raggiungono i 355 mila dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.