Dopo quasi 35 anni, Israele restituisce il corpo di un combattente palestinese

Ramallah – Infopal. Dopo circa 35 anni, Israele restituisce alla Palestina, il corpo di un combattente.

Si tratta di Mashour Taleb al-'Aruri, assassinato il 18 maggio 1976 e originario del villaggio di 'Aroura.

Il corpo è stato consegnato ieri, 10 agosto, avvolto in una bandiera palestinese, presso un checkpoint.

L'ospedale di Ramallah, intanto, sta eseguendo l'autopsia sul corpo di al-'Arouri.

La sua famiglia non aveva smesso di rinunciare a riavere le spoglie del figlio e, sin dalla sua morte, si era appellata all'Alta Corte di giustizia israeliana e si era affidata ai legali e agli attivisti della Campagna nazionale palestinese per il rilascio di martiri.

Al-'Arouri era un membro del Fronte Democratico per la Liberazione della Palestina (Fdlp) ed era stato assassinato in un'operazione nella Valle del Giordano.

Secondo fonti locali, i funerali potrebbero svolgersi domani oppure venerdì, 13 agosto.

In attesta della Giornata nazionale dei martiri, (27 agosto) proclamata dall'Autorità Nazionale Palestinese (Anp), la Campagna annuncia il successo della lunga battaglia legale e già si parla della creazione di un caso giudiziario che varrà da 'precedente' nelle lotte per la restituzione dei corpi di altri 317 martiri palestinesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.