Due bambini di 8 e 10 anni rapiti a Gerusalemme da soldati israeliani

Imemc. Ieri sera, domenica 25 settembre, nel quartiere di al-Bustan, nella Gerusalemme est occupata, alcuni soldati israeliani hanno rapito due bambini di 8 e 10 anni. In seguito al rapimento si sono verificati degli scontri. 

Fonti locali riferiscono che i due bambini rapiti sono stati identificati come Wajd Abu Hlayyil, 8 anni, e Omran Mansour, 10.

Inoltre dei militari hanno fatto irruzione in alcune case del quartiere, le hanno perquisite ed usate come postazioni militari.

Abdul-Karim Abu Sneina, portavoce del Comitato popolare per la difesa di Silwan, ha invitato tutte le istituzioni nazionali e i comitati popolari a organizzare per questo giovedì una manifestazione di protesta davanti alla Corte centrale israeliana a Gerusalemme.

Il fine è di contestare la decisione della municipalità di Gerusalemme di demolire le case del quartiere e predisporre lo smantellamento dell’intero quartiere arabo per far posto ad un insediamento unicamente per ebrei.

Abu Sneina ha inoltre aggiunto che i cambiamenti e gli sviluppi in atto nella regione e nella politica internazionale stanno inducendo la municipalità di Gerusalemme a credere di avere l’opportunità di demolire parte di al-Bustan, così da poter eliminare l’intero quartiere in una fase successiva. 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.