E’ scaduto alle 6 di questa mattina l’ultimatum lanciato dalle fazioni palestinesi per lo scambio tra il soldato rapito e i prigionieri nelle carceri israeliane.

Le fazioni palestinesi che tengono prigioniero il soldato israeliano hanno dato a Israele un ultimatum che scadeva alle 6 di questa mattina.

In un comunicato rilasciato dalle Brigate Izzedine Al-Qassam, An-Nasser Salah Ad-Din, e l’Esercito islamico si leggeva: "Come conseguenza dell’intransigenza israeliana e dell’escalation militare, e per rispondere alle esigenze umanitarie del popolo palestinese, diamo tempo al nemico sionista di rispondere alla nostra offerta fino alle ore 6 di mattina del 4 luglio. Dopo quel momento assumeremo la situazione nelle nostre mani e il nemico sarà responsabile di quanto accadrà".

Olmert ha rifiutato l’ultimatum e ha accusato l’Autorità palestinese e Hamas di ricattare Israele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.