Effetti a lungo termine delle armi sulla vita riproduttiva della popolazione civile

Appello per la comunità scientifica e politica

Effetti a lungo termine delle armi sulla vita riproduttiva della popolazione civile

La richiesta a lungo termine per la giustizia e la riparazione delle popolazioni aggredite nelle recenti guerre in Medio Oriente e la Mesopotamia presenta un aspetto specifico e drammatico nei danni alla vita riproduttiva. Questi sono riscontrati come alta frequenza di aborti spontanei e di bambini nati con difetti congeniti, e conseguente incapacità per loro e per le famiglie nella sostenibilità della vita.

Nuovi studi (1) hanno dimostrato che si è manifestato nel tempo un aumento del tasso di difetti alla nascita e di aborti spontanei a Falluhja, in Iraq, a partire dal 2003, e che la nascita di bambini con difetti congeniti è aumentata di circa 10 volte dal 2002, e non è in calo nel 2010 .

Questi studi hanno anche dimostrato che la popolazione di Falluhja nel suo complesso presenta livelli elevato di metalli teratogeni e cancerogeni  che sono  associati con quelli presenti nelle armi moderne.

Questi risultati richiedono che la comunità scientifica sia coinvolta in estensione nell’attivarsi per ricerche indipendenti sulle modalità, le cause ed i meccanismi della presentazione di aborti e malformazioni congenite nelle popolazioni aggredito con armi contemporanea in Iraq, Afghanistan, Libano, Gaza e domain in Libia, per definire l'estensione del danno che queste armi producono per il presente e per le generazioni future, e per studiare ed applicare metodi di bonifica o di riduzione del danno.

Anche se il compito della ricerca è spesso difficile a causa della mancanza di volontà delle istituzioni locali e internazionali ad affrontare le conseguenze a lungo termine delle guerre, giustificate come “necessarie, umanitarie, preventive ed anti-terrorismo, o per la civiltà e la democrazia”, e nonostante l'opposizione congiunta degli aggressori e dei governi locali creati durante le occupazioni, la fragilità dei professionisti locali, che sono spesso a rischio, questi studi sono nondimenp necessari per concedere la giustizia, la riparazione per le vittime e la verità sulle conseguenze a lungo termine sulla salute generale della popolazione civile.

Sono particolarmente necessari per evitare ulteriori danni nella prossime generazioni in questi paesi e ad assicurare forte sostegno a chi ne è  già vittima.

Questo appello segue ad uno precedente (2), e rafforza la richiesta di attenzione, anche in vista dei nuovi dati ottenuti.

Chiediamo urgentemente agli scienziati di impegnarsi autonomamente in queste ricerche, in collaborazione con i partner locali disposti.

Chiediamo alle istituzioni internazionali per i diritti umani e la salute di diventare sponsor di ricerche indipendenti nel settore, di stabilire le sovvenzioni a questo scopo e publicizzare le informazioni.

Facciamo appello a potenziali fonti di finanziamento indipendente di annunciare la loro disponibilità a finanziare questo tipo di ricerca.

Chiediamo che questo sia fatto sulla base di modalità di pubblico e trasparenti di selezione e di gestione dei progetti.

Newweapons gruppo di ricerca, 25 marzo 2011

www.newweapons.org

info@newweapons.org

1 – http://www.newweapons.org- dati di prevalenza alta e aumento del tempo di difetti alla nascita a Falluja, Iraq: storico vita riproduttiva e metallo carico capelli in neonati e bambini con difetti alla nascita e le loro famiglie. 25 marzo 2011

2 – http://www.newweapons.org/?q=node/118 # allegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.