Fonti di intelligence israeliane: a Gaza esperti iraniani e di Hezbollah. Fonti palestinesi: accuse che preparano a una guerra.

Un sito web di sicurezza israeliano vicino al Mossad e all’intelligence militare, www.debka.com, ha scritto che il dott. Mohammad al-Hindi, un dirigente di spicco del Jihad Islamico in Palestina, ultimamente ha fatto entrare nella Striscia di Gaza decine di esperti militari iraniani e di Hezbollah.
Il sito ha riportato quanto riferito da fonti militari israeliane secondo cui "esperti addestrano al lancio di razzi gruppi appartenenti al movimento del Jihad Islamico nella Striscia di Gaza e aiutano le Brigate al-Quds, loro ala militare, a sviluppare nuovi tipi di missili che possono portare testate esplosive più grandi e raggiungere distanze maggiori".

Secondo Debka si è registrato "un grande miglioramento nella potenza dei missili delle Brigate al-Quds".

Da parte sua, fonti palestinesi vicine al Jihad Islamico hanno risposto alle accuse: "La sicurezza israeliana sta pianificando una grande operazione contro i capi della resistenza palestinese, in particolare del Jihad Islamico", ricordando le minacce di Olmert, domenica scorsa, contro i capi della resistenza palestinese.

La radio ufficiale israeliana in lingua ebraica ha annunciato questa mattina che il Consiglio dei ministri ha confermato una serie di "operazioni mirate" che comprendono l’eliminazione dei capi della resistenza palestinese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.