Gerusalemme, due famiglie costrette ad ‘auto-demolire’ le proprie case.


Gerusalemme – Infopal. Costretti a demolire la propria casa con le proprie mani. Le frontiere della violenza fisica e mentale cui Israele costringe i palestinesi sono sempre più ampie.

Ieri sera, due famiglie palestinesi residenti nella Gerusalemme Vecchia hanno ricevuto dalle autorità di occupazione l'ingiunzione di demolire parte delle proprie case, pena una ammenda altissima.

Ingiustizia su ingiustizia, i cittadini sono pure obbligati a pagare le spese di demolizione.

Osama Hashima è stato dunque forzato a demolire una stanza di 30 metri quadrati che aveva costruito nella propria abitazione, nel quartiere di Al-Khalidiyya, per far fronte alle esigenze familiari.

Israele, infatti, non permette ai palestinesi di costruire nuove abitazioni né di ampliare quelle vecchie, e le famiglie non sanno dove ospitare i propri figli che si sposano o far fronte a nuove nascite. Spesso, dunque, costruiscono senza licenze, vivendo nell'ansia continua e nella paura della demolizione della propria casa.

Gli Hashima ha spiegato che quella stanza aggiuntiva rappresentava una “risorsa vitale” per le dieci persone che compongono la famiglia. Essi hanno accusato i coloni che vivono vicino a loro di aver sollecitato l'amministrazione a intervenire per distruggere la nuova stanza.

Anche a Bab Hutta, un altro sobborgo gerosolimitano, un altro cittadino è stato costretto ad abbattere una parte della propria abitazione. Si tratta della famiglia di Jamal Sa’id, che aveva aggiunto una stanza di 25 metri quadrati.

Le “auto-demolizioni” sono una novità introdotta da Israele per danneggiare ulteriormente i cittadini di Gerusalemme e per evitare polemiche nate dalla copertura mediatica dei precedenti abbattimenti di case realizzati con l'impiego di bulldozer e altri mezzi meccanici. In questo modo, invece, le autorità di occupazione possono dire che sono i palestinesi stessi a distruggere le proprie case.

Notizia correlata:

Le autorità israeliane costringono cittadino palestinese a demolire la propria casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.