Gerusalemme, evento-provocazione di organizzazioni sioniste americane

Gerusalemme – InfoPal. Ieri sera, la municipalità di Gerusalemme occupata ha organizzato un concerto e un festival nei locali dei palazzi omayyadi, a sud della moschea di al-Aqsa, cui hanno partecipato figure di estremisti israeliani e americani e aderenti al pensiero “anglo-sionista”.

Secondo quanto hanno riferito fonti locali, oltre un migliaio di persone, prevalentemente americani, hanno preso parte al festival, insieme ad alcuni leader israeliani, a seguito dell’invito ricevuto da una radio estremista americana a sostegno dell’occupazione della città di Gerusalemme.

La fondazione “Al-Aqsa per i beni religiosi e il patrimonio culturale” aveva avvertito del progetto del proprietario della radio, Glen Beck, di organizzare un concerto a Gerusalemme. Beck è sostenuto da organizzazioni anglo-sioniste negli Usa, ed è famoso per la sua islamo-fobia e l’avversione ai palestinesi.

La fondazione ha così dichiarato: “La realizzazione di tale evento durante il mese in cui i fedeli musulmani digiunano per il Ramadan, e ai quali è impedito di svolgere le preghiere nella moschea di al-Aqsa, rappresenta una provocazione nei confronti dei loro sentimenti e di quelli di milioni di altri musulmani in tutto il mondo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.