Ging, Unrwa: ‘Nessun miglioramento nelle condizioni della Striscia di Gaza’

Memo. Il direttore dell'Agenzia Onu a Gaza per il lavoro e il soccorso dei rifugiati palestinesi in Palestina e in Medio Oriente (Unrwa), John Ging, ha affermato che da quando Israele ha diffuso la notizia di aver consentito un “alleggerimento sul blocco economico imposto sulla Striscia di Gaza”, lo scorso giugno, in realtà non c'è stato alcun “cambiamento tangibile”.

In seguito alle pressioni internazionali per l'attacco alla missione internazionale Freedom Flotilla, durante il quale furono assassinati nove attivisti turchi, Israele aveva pubblicamente promesso di ridurre alcune restrizioni imposte su Gaza sull'introduzione di cibo e beni di consumo.

“L'impegno è stato disatteso e non ci sono cambiamenti concreti per la popolazione di Gaza per ciò che riguarda la dipendenza dagli aiuti; qualunque possibilità di ripresa e ricostruzione è inesistente. A Gaza non c'è economia”.

In conclusione Ging ha dichiarato che se c'è stato un alleggerimento, è da intendersi come quello politico nei confronti di Israele ed Egitto.

“In oltre quattro anni di embargo, Israele continua a vietare l'ingresso di materiale di base, quello da costruzione, estremamente necessario per rimettere in piedi tutto quanto distrutto fu distrutto da Israele nell'ultima guerra (2008-2009) contro la Striscia di Gaza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.