Haniyah, il piano di sicurezza interna non danneggerà la resistenza palestinese.

Oggi, durante la preghiera del venerdì, il premier palestinese ha dichiarato che il piano per la sicurezza interna, "è stato assegnato per contrastare i disordini e la proliferazione incontrollata di armi, la guerra tra i clan e le famiglie, le bande" e che ha l’obiettivo di fermare le aggressioni alle proprietà cittadine.

Il premier ha rassicurato che il piano non ha lo scopo di fermare la resistenza delle fazioni né di confiscare loro le armi.

E ha sottolineato che il caos e l’illegalità che regnano attualmente non possono continuare, e che la stabilità interna e la sicurezza richiedono la collaborazione di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.