Haniyah: resistenza e diplomazia per fermare l’aggressione israeliana.

 

Gaza – Infopal. Ieri sera, il primo ministro palestinese Ismail Haniyah ha dichiarato che Hamas è pronto a collaborare a iniziative politiche arabe, regionali o internazionali per fermare l’aggressione israeliana contro la Striscia di Gaza , per sollevare l’assedio e aprire tutti i passaggi di frontiera.

Haniyah, in un discorso rivolto al popolo palestinese, ha affermato: “Noi oggi seguiamo due percorsi paralleli: la solidarietà, la sopportazione, la resistenza e la fiducia nell’aiuto di Dio, e la strada diplomatica. Siamo sicuri di raggiungere ciò che ci prefiggiamo: sconfiggere l’occupazione israeliana”.

Haniyah ha detto di apprezzare le iniziative politiche per la cessazione dell’aggressione israeliana contro la Striscia di Gaza: “Noi accettiamo le iniziative che mirano a fermare l’aggressione, togliere l’assedio e aprire i valichi”.

Il primo ministro ha poi rivolto un saluto “alla resistenza palestinese che si oppone all’aggressione israeliana contro la Striscia di Gaza. Noi baciamo le vostre teste, le vostre mani e la terra sotto i vostri piedi. Voi oggi difendete la dignità di questo popolo e della Ummah. Voi siete la corona del popolo”.

Ha poi espresso apprezzamento anche per i movimenti popolari di solidarietà con la Striscia di Gaza, diffusi in tutto il mondo: “Queste sollevazioni devono crescere. Queste Intifada devono proseguire, perché l’occupante continua a uccidere giorno e notte”.

Haniyah ha anche ammirato gli sforzi dei medici volontari per entrare nella Striscia di Gaza e sostenere i feriti e i malati.

E ha concluso: “Dopo 17 giorni di aggressioni e di guerra israeliana, Gaza non è stata sconfitta, e, con l’aiuto di Dio, la nostra volontà non si piegherà. Gaza, la Palestina e il popolo vinceranno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.