ICHR: ordini di rilascio ignorati dalla sicurezza dell’Anp.

Cigiordania – Infopal. Il Comitato indipendente per i diritti umani (ICHR) ha denunciato gli apparati della sicurezza in Cisgiordania per le violazioni delle libertà personali dei cittadini e per il mancato rispetto delle sentenze giudiziarie che stabiliscono la liberazione dei detenuti.

In un rapporto pubblicato ieri, l’ICHR ha infatti deprecato la detenzione di cittadini che hanno già ricevuto ordini di rilascio: un atto in aperto contrasto con la legge.

Il rifiuto di adempiere a quanto viene decretato dalle autorità giudiziarie palestinesi è infatti visto dal Comitato come un’infrazione della Legge base dell’Anp, in particolare dell’articolo 106, che stabilisce: “Le sentenze giudiziare vanno applicate, e il fatto di non metterle in atto, a prescindere dal motivo, rappresenta un crimine punito con la detenzione e il licenziamento dalla propria carica”.

Si ricorda quindi come gli ordini emanati dai tribunali di Nablus lo scorso mese di giugno per il rilascio su cauzione dei prigionieri non siano stati rispettati dagli apparati di sicurezza, fedeli all’ex presidente dell’Anp e leader di Fatah Mahmud ‘Abbas.

L’ICHR ha aggiunto che diversi palestinesi hanno sottoscritto insieme al Comitato messaggi di protesta contro la proroga ingiustificata dell’attuazione delle sentenze.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.