Il consigliere di Arafat accusa l’Anp di non aver dato importanza al suo assassinio.


Ramallah – Infopal. Oggi, Bassam Abu Sharif, consigliere del defunto presidente Yasser Arafat, ha accusato parte dell'Autorità palestinese di non avere eseguito seriamente le indagini sulla morte di Arafat.
In una conferenza stampa svoltasi a Ramallah,
Abu Sharif, ha chiesto al movimento di Fatah di formare un comitato speciale per indagare sulle circostanze dell’uccisione di Arafat, e sul suo “avvelenamento”.

Egli ha aggiunto di essere in possesso di informazioni al riguardo, e si essere pronto a fornire alla commissione tutte le risposte circa l'assassinio di Arafat, aggiungendo che “alcuni leader palestinesi appresero la verità dal presidente francese Jacques Chirac”.

Ha poi confermato che il presidente del Dipartimento politico di Fatah, Faruq Qaddumi, ha sbagliato quando ha accusato il presidente Mahmud Abbas dell'assassinio di Arafat, sottolineando che “Abbas non ha nulla a che fare con tutto ciò”.

Abu Sharif ha accusato anche l’Anp di non aver sostenuto la questione della Città Santa: “Ci sono decine di giovani palestinesi disposti a farsi saltare in aria per Gerusalemme. La dirigenza palestinese deve prendere in considerazione questo fatto”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.