Il padre di Shalit invita la Francia a muoversi per liberare il figlio.

Tel Aviv – Infopal. Da Parigi, il padre del soldato israeliano sequestrato nella Striscia di Gaza, Gilad Shalit, ha invitato i francesi a muoversi per liberare il figlio, cittadino francese e israeliano. Ha chiesto, inoltre, alle fazioni palestinesi di dare delle prove che dimostrino che Gilad è ancora in vita.

Durante una conferenza stampa organizzata da un comitato di sostegno al soldato Shalit, il padre Noam si è rivolto al presidente francese Nicola Sarkozy, dicendo: "Vi chiedo di muovervi per mio figlio, così come avete fatto per Ingrid Betancourt, perché anche lui porta la cittadinanza francese".

Shalit venne catturato dalle fazioni della resistenza palestinese nel giugno 2006, durante un’operazione contro una postazione militare a Karm Abu Salem, a sud-est della Striscia di Gaza. Israele rifiuta di accettare le richieste delle fazioni, che domandano la liberazione di centinaia di detenuti politici palestinesi in cambio del rilascio del militare.Domenica scorsa, decine di israeliani hanno manifestato a favore di Shalit, hanno chiesto a Hamas di liberarlo e al governo di Tel Aviv di accettare le richieste delle fazioni palestinesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.