Israele approva la costruzione di 24 unità coloniali a Gerusalemme est

(Al-Quds) Gerusalemme – InfoPal. Le autorità di occupazione israeliana hanno deciso oggi di attuare un piano che prevede la costruzione di 24 nuove unità coloniali nei pressi del monte az-Zaytun, che sovrasta la moschea di al-Aqsa, nella Gerusalemme Est occupata.

A questo scopo, la Commissione locale per l'Edilizia e l'urbanistica della municipalità israeliana di Gerusalemme aveva concesso degli sconti per avviare il progetto, con la costruzione di quattro edifici di tre piani ciascuno all'interno della scuola ebraica di Urut, a Gerusalemme Est.

Saranno più di 20 le famiglie ebree che beneficeranno delle nuove case previste dal progetto, dietro al quale si trova una delle ditte appartenenti all'associazione di destra Elad, conosciuta per la sua politica a favore delle attività coloniali nella parte araba della città.

Voci d'incoraggiamento ai coloni sono giunte anche dalla Commissione provinciale per l'Edilizia e l'urbanistica, uno dei cui membri, Yaer Gabay, ha affermato che “Gerusalemme è una città aperta e tale resterà per sempre”, e che “gli ebrei hanno ragione a voler abitare in qualunque zona della città, e non permetteremo a nessuno di limitare o negare questo diritto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.