Israele ha in progetto centinaia nuove unità abitative

An-Nasira (Nazareth) – InfoPal. Il Comitato municipale di al-Quds (Gerusalemme), competente per la pianificazione e le costruzioni edilizie, ha ratificato un nuovo progetto per la realizzazione di 32 nuove unità abitative all'interno della colonia israeliana “Pisgat Ze'ev”, a nord della città.

La radio israeliana ha riportato la notizia collocandola in un programma di maggiore portata per la costruzione di 200 unità abitative nell'area settentrionale di Gerusalemme.

A conclusione della presentazione del progetto, ufficiali municipali hanno dichiarato che oggi nulla è cambiato nella politica edilizia in città rispetto agli ultimi 40 anni.

Da parte sua, il presidente dell'Autorità nazionale palestinese (Anp), Mahmoud 'Abbas, ha impartito precise istruzioni al proprio rappresentante diplomatico presso le Nazioni Unite affinché il Consiglio di Sicurezza dell'organismo internazionale si decida ad affrontare la questione dell'espansione coloniale israeliana nei Territori palestinesi occupati, principale motivo d'arresto dei negoziati di pace, secondo la parte palestinese.

I palestinesi chiedono all'Onu di fermare, non solo le politiche espansionistiche di Israele, ma anche le confische e le demolizioni di proprietà palestinesi, a Gerusalemme come nel resto della Cisgiordania.

Inoltre, chiedono che la comunità internazionale scongiuri l'ambizioso progetto coloniale per la realizzazione di 1.400 unità abitative, a sud della colonia di Gilo, e 900 ad ovest.

Secondo il parere di Tayseer Khaled, membro del Comitato esecutivo dell'Organizzazione di liberazione della Palestina (Olp), Israele sta sfruttando i vulnerabili processi in atto nella regione mediorientale (dal Libano alla Tunisia) lavorando all'espansione con preoccupante rapidità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.