Israele minaccia di distruggere 42 mila abitazioni arabe.

In una dichiarazione senza precedenti, il ministro dell’interno israeliano ha minacciato di distruggere 42 mila abitazioni arabe nei villaggi non riconosciuti del Negev, dentro i territori del 1948, con la scusa che sono illegali.

Il ministro ha minacciato di demolire ogni casa nuova: la decisione avviene durante un incontro della commissione interna della Knesset, durante la quale è stata discussa la situazione dei villaggi del Negev che non sono riconosciuti.

Il consiglio regionale di questi villaggi ha reso noto che tali dichiarazioni implicano la distruzione della comunità intera. E ha aggiunto che è impossibile che un ministro ignori ciò e la storia di questi villaggi e degli abitanti che vi abitano da decine di anni.

E ha chiesto di porre fine alle demolizioni delle case e di iniziare a discutere della questione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.