Le forze di occupazione israeliane arrestano 8 cittadini di Nablus e del campo profughi di Balata.

Nelle prime ore di questa mattina, le forze di occupazione israeliane hanno arrestato 8 cittadini palestinesi della città di Nablus e del vicino campo profughi di Balata.

Fonti di sicurezza hanno riferito che un vasto spiegamento dell’esercito di occupazione all’alba di oggi ha invaso la città e il campo profughi, perquisendo le abitazioni sia nella Città Vecchia sia in quella nuova, e anche qualche abitazione del campo profughi.

I soldati israeliani hanno arrestato il giovane Sameh Subhi al-Asmar, 30 anni, e suo fratello Mohammad, 24 anni, residenti nella Città Vecchia, Murad Walid al-Saeh, 18 anni, e suo cugino Mohammad Mumen al-Saeh, 24 anni, del quartiere al-Qisaryeh, sempre nella Città Vecchia.

Nella zona della via al-Marij, le forze di occupazione hanno arrestato due cittadini: Jaser Jamil Abu Jadi, 19 anni, e Mohammad Osamah Faidi, 23 anni.

Nel campo profughi di Balata hanno arrestato Alaa Abu Saltah e Bahaa Mohammad Zaqqut.
Le invasioni e le perquisizioni hanno raggiunto il campo profughi Ain Bait al-Maa, a ovest della città. Non ci sono informazioni di vittime né di arresti tra i cittadini del campo.

Durante l’invasione della città e dei due campi profughi, i militari hanno sparato all’impazzata, lanciato bombe al suono, seminando terrore tra i cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.