Le forze israeliane uccidono un ragazzo di 17 anni e feriscono altre due persone.

Questa mattina, un ragazzo palestinese è stato ucciso vicino al valico di Kissufim, a est della Striscia di Gaza, dalle forze di occupazione israeliane. Altre due persone sono rimaste ferite e poi arrestate.

Fonti sanitarie palestinesi hanno reso noto che Mahran Zakariya Abu Nasir (17 anni) è stato ucciso da colpi che lo hanno raggiunto allo stomaco. Quando è arrivato nell’ospedale Martiri di Al-Aqsa, nella città di Deir Al-Balah, ospedale era ormai morto.

Il ragazzo è stato assassinato da soldati israeliani che stazionavano nell’area a est di Rafah, mentre si trovava insieme ad altre due persone, poi ferite e arrestate, in una zona di scavi dove erano all’opera due bulldozer israeliani.

Sempre questa mattina, il cadavere di un uomo di circa 45 anni, Hisham Hammad, è stato portato all’ospedale Abu Yousef An-Najar, a Rafah.
L’uomo era stato arrestato tre giorni fa dalle Forze Esecutive del ministero degli Interni, a Rafah.
Un portavoce delle Forze, Islam Shahwan, ha dichiarato che Hammad è morto a seguito di un attacco cardiaco, questa mattina. Alcune voci sostengono che l’uomo avesse segni di tortura sul corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.