L'israeliano Channel 2: l'esercito di Israele è responsabile del bombardamento alla spiaggia di Gaza.

Il canale televisivo israeliano Channel 2 ha mandato in onda un report in cui si evidenzia che una scheggia rimossa dalla ferita di uno dei bambini colpiti dall’esplosione alla spiaggia di Gaza, l’8 giugno, quasi certamente proviene dall’artiglieria israeliana.

Le schegge provengono da una bomba di 155 mm usata dalle forze di occupazione israeliane a Gaza, e sono state rimosse dal corpo del dodicenne Adham Ghaliya, mercoledì scorso. Attualmente il ragazzino si trova nell’ospedale Surouka a Ber Sheeva.

Inizialmente l’esercito israeliano aveva dichiarato che "i frammenti rimossi dal corpo del bambino provano che il missile non rientra negli standard di 155 mm usati dall’esercito".
In questa relazione risultante da ulteriori indagini, il ricercatore dello Human Rights Watch, Marc Garlasco, ha dichiarato che le prove da lui esaminate "confermano che l’esplosione alla spiaggia di Gaza è stata causata dal lancio di un missile americano di 155 mm in dotazione all’esercito israeliano".

Garlasco ha affermato di essere giunto a questa conclusione dopo aver analizzato i frammenti trovati nella spiaggia, osservando la tipologia delle ferite e parlando con il personale sanitario sulla natura delle stesse, e ispezionando la dimensione e la distribuzione dei crateri sulla spiaggia.

(Fonte: www.maannews.net)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.