Manifestazione a Gaza contro il processo al presidente del parlamento palestinese Aziz Dwaik.

Gaza – Infopal

 Ieri, centinaia di deputati, avvocati, dirigenti palestinesi e familiari dei detenuti palestinesi rinchiusi nelle prigioni israeliane, hanno manifestato contro il processo in corso al presidente del Consilio Legislativo Palestinese, Aziz Dwaik, sequestrato dalle forze di occupazione israeliane nel 2006.

I manifestanti che si sono radunati nella piazza del parlamento, nella città di Gaza, e hanno esposto foto del presidente del CLP; altri hanno alzato striscioni che condannano il silenzio della comunità internazionale sul sequestro di Dwaik e di altre decine di deputati palestinesi.

Da parte sua, Ahmad Bahar, presidente del CLP con delega, ha affermato che il processo in corso "è nullo, illegale e viola tutte le leggi internazionali e umanitarie". E ha definito il rifiuto di Dwaik a riconoscere il tribunale militare israeliano come "un segno di dignità e orgoglio verso il popolo palestinese e i suoi deputati. Il processo è una vergogna per coloro che inneggiano alla democrazia".

Durante il suo discorso, Bahar ha rinnovato le richieste inoltrate da Dwaik alla parte palestinese che "dialoga con Israele", compreso il presidente Mahmoud Abbas: "Fermate immediatamente le trattative con l’occupazione israeliana. Esse rappresentano una copertura per Israele affinché possa concentrarsi ad uccidere il popolo palestinese e a commettere ulteriori crimini".

Il tribunale militare Ofer, dopo aver ascoltato le accuse presentate dalla procura israeliana, ha rinviato il processo di Dwaik al 23 marzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.