Meshaal: ‘Speriamo in un maggior coinvolgimento della Russia contro l’assedio di Gaza’.

Mosca – Pic. Khaled Meshaal, capo dell’Ufficio politico di Hamas, ha dichiarato che il suo movimento si sta adoperando per un ruolo maggiore della Russia nella causa palestinese, specialmente per far cessare l’embargo e le sofferenze che comporta per la popolazione.

Durante la sua visita alla grande moschea di Mosca, martedì, ha affermato che l’interesse della Russia sta dalla parte degli arabi e dei musulmani, non dell’Occidente.

Meshaal ha inoltre osservato che Hamas punta a coinvolgere maggiormente il popolo russo, in particolare i musulmani della Federazione Russa, nell’impegno contro l’assedio a Gaza e, successivamente, in quella per la ricostruzione, in modo da garantire il rispetto dei diritti nazionali palestinesi.

Il presidente del Consiglio dei mufti della Russia, Ravil Gainutdin, ha dichiarato che la divisione tra palestinesi serve solo gli intessi di Israele, perciò ha esortato a raggiungere al più presto la riconciliazione.

Gainutdin ha inoltre detto che i musulmani di Russia condividono l’aspirazione dei palestinesi ad avere un loro Stato sovrano.

Infine, il religioso ha fatto appello affinché venga posta fine agli scavi sotto la moschea al-Aqsa e agli insediamenti a Gerusalemme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.