Odwan: inquitante il silenzio di fronte alle pratiche razziste israeliane.

Ramallah – Pic. La nuova politica israeliana di deportare i palestinesi residenti “illegalmente” in Cisgiordania è molto grave, ma ancora più grave è il silenzio di fronte a pratiche tanto razziste. Lo afferma Isam Odwan, esperto sulle questioni dei rifugiati.  

In una dichiarazione fatta ieri a Pic, Odwan ha infatti evidenziato come il silenzio sia l'aspetto più pericoloso del problema, poichè legittima le deportazioni.

Ha inoltre aggiunto che il dovere di far sì che l'Onu condanni queste nuove pratiche pesa ora su Mahmud Abbas, la cui responsabilità al riguardo è maggiore di quella degli stati arabi.

L'esperto ha quindi chiesto che vengano fatte pressioni a livello popolare e politico per spingere Abbas e il suo governo a Ramallah a contrastare le deportazioni tuttora in corso, le quali potrebbero rivelarsi l'inizio di un trasferimento di massa dei palestinesi fuori dalla Cisgiordania.

L'Autorità nazionale palestinese (Anp), secondo Odwan, dovrebbe essere posta di fronte a due scelte: o cedere alle pressioni pubbliche e fare qualcosa per proteggere il suo popolo, o andarsene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.