Rapporto Onu su Gaza: commessi crimini di guerra contro la popolazione civile.


Gaza – Infopal. Ieri, il Comitato di investigazione su Gaza, promosso dalle Nazioni Unite e presieduto dal giudice ebreo sudafricano Richard Goldstone, ha accusato Israele di aver commesso “crimini di guerra” durante la sua guerra contro la Striscia.

Durante una conferenza stampa, il presidente del Comitato ha affermato che a Gaza sono state commesse “gravi violazioni del diritto umanitario internazionale”.

Goldstone ha accusato Israele di aver fatto un uso eccessivo della forza contro i civili palestinesi.

Ha inoltre ricordato che lo stato sionista si era rifiutato di cooperare con gli investigatori dell'Onu.

Il rapporto Onu accusa Israele di non aver protetto i propri cittadini arabi nello stesso modo in cui protegge gli ebrei, mentre i combattenti palestinesi lanciavano razzi contro le aree israeliane confinanti con la Striscia di Gaza.

La guerra israeliana contro Gaza ha provocato la morte di 1600 palestinesi e il ferimento di circa 4500. A fronte di tale massacro, i razzi della resistenza hanno ucciso 10 israeliani.  

Israele, da parte sua, ha dichiarato che il Consiglio per i Diritti umani delle Nazioni Unite è “di parte”, in quanto “ignora le violazioni commesse dai palestinesi”.

Il premier della Striscia di Gaza, Isma'il Haniyah, ha invece affermato che il rapporto della Commissione Onu accusa chiaramente Israele di criminid di guerra contro la popolazione di Gaza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.