Rapporto settimanale del Pchr

 

Rapporto settimanale del Pchr (06 – 12 gennaio 2011)

Le Forze di occupazione israeliane (Foi) proseguono nei loro attacchi sistematici contro i civili e le proprietà palestinesi nei Territori Palestinesi occupati (Tpo)

  • Le Foi hanno giustiziato in via extra-giudiziaria un civile palestinese a al-Khalil (Hebron) e un attivista nella Striscia di Gaza

  • Le Foi hanno ucciso due civili palestinesi in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza.

    • Due civili palestinesi sono stati feriti dal fuoco israeliano in Cisgiordania e nella Striscia.

  • Le Foi continuano a sparare ai contadini, agli operai e ai pescatori palestinesi nelle zone di confine della Striscia di Gaza.

    • Le Foi hanno arrestato 4 pescatori palestinesi, di cui due minorenni.

  • Gli aerei da guerra israeliani hanno attaccato diversi obiettivi nella Striscia di Gaza.

    • Alcuni siti di addestramento sono stati colpiti dalle bombe israeliane.

  • Le Foi continuano a disperdere con la forza le manifestazioni pacifiche organizzate dai civili palestinesi in Cisgiordania.

    • 4 civili palestinesi – tra cui un minorenne – sono rimasti feriti

    • Le Foi hanno anche arrestato un civile palestinese

  • Le Foi hanno condotto 40 incursioni nelle comunità palestinesi in Cisgiordania ed una nella Striscia di Gaza.

    • Le Foi hanno arrestato 15 civili palestinesi, incluso un membro del Consiglio legislativo palestinese (Clp) e 3 minorenni.

  • Israele continua ad imporre un assedio totale ai Tpo e ad isolare la Striscia di Gaza dal resto del mondo.

    • I soldati israeliani appostati ai checkpoint militari in Cisgiordania hanno arrestato due civili palestinesi.

  • Israele continua ad adottare misure volte a creare una maggioranza demografica ebraica a Gerusalemme.

    • Le Foi hanno demolito il Mufti Headquarter (Shepherd Hotel) a Gerusalemme est.

  • Le Foi proseguono nelle attività d'insediamento in Cisgiordania e i coloni israeliani continuano ad attaccare i civili e le proprietà palestinesi.

    • Le Foi hanno demolito 13 case, gettando in mezzo alla strada 40 civili palestinesi.

    • Le Foi hanno anche demolito 3 aule, 3 cortili e 3 tende per rifugiati a Hebron.



Riassunto

Violazioni israeliane della legge umanitaria e internazionale, riportate nel periodo 06 – 12 gennaio 2011.

Sparatorie:

Durante il periodo riportato, le Foi hanno ucciso quattro palestinesi, di cui tre civili, e ferito altri sei, di cui un minorenne, in Cisgiordania e Striscia di Gaza.

Il 7 gennaio, a Hebron, le Foi hanno ucciso un uomo in età avanzata ed arrestato la persona ricercata. L'esercito ha ammesso la responsabilità dell'attacco, sostenendo però che i soldati hanno sparato alla vittima per errore, “ritenendo che fosse armato e potesse costituire una minaccia alle loro vite”, come ha affermato un portavoce. Evidentemente, i militari hanno pensato che la vittima fosse a sua volta un ricercato.

L'8 gennaio, i soldati israeliani appostati al checkpoint di al-Hamra, a sud-est di Tubas, hanno ucciso un secondo civile palestinese. Le prime indagini condotte dalle Foi hanno fatto emergere che la vittima non rappresentava una minaccia alle vite dei militari. Vale la pena notare che allo stesso checkpoint è stato ucciso un altro civile palestinese lo scorso 2 gennaio, in circostanze simili.

Il 10 gennaio, un civile palestinese è rimasto ferito quando uomini delle Foi trasferiti nel villaggio di Bayt Liqiya, a ovest di Ramallah, hanno sparato ad alcuni bambini e ragazzi che lanciavano pietre ai veicoli militari.

Durante la scorsa settimana, le Foi hanno inoltre fatto un uso eccessivo della forza per disperdere le dimostrazioni pacifiche contro le attività coloniali israeliane e la costruzione del Muro di annessione. Quattro civili palestinesi – tra cui un minorenne – sono rimasti feriti e decine di palestinesi e attivisti internazionali hanno sofferto per aver respirato il gas lacrimogeno o per le contusioni riportate. Inoltre, un civile palestinese è finito in manette.

Ancora il 10 gennaio, le Foi hanno sparato a un contadino palestinese che stava lavorando la sua terra a nord di Bayt Hanun, nella Striscia di Gaza. La vittima è morta sul colpo.

L'11 gennaio, le Foi hanno giustiziato in via extra-giudiziaria un attivista delle brigate al-Quds (braccio armato del Jihad islamico), a sud della Striscia di Gaza. Un veicolo aereo senza pilota ha sparato alla vittima mentre si trovava a bordo di una moto. L'esercito ha in seguito sostenuto che questa stava preparandosi per un “attacco terroristico”. Un civile è stato accidentalmente ferito nell'attacco.

Durante il periodo d'interesse del report, gli aerei da guerra israeliani hanno inoltre attaccato diversi bersagli della Striscia di Gaza, bombardando alcuni siti di addestramento appartenenti ai gruppi di resistenza palestinesi.

Il 7 gennaio, le cannoniere israeliane hanno aperto il fuoco contro i pescherecci palestinesi nel nord della Striscia, senza che si siano registrati danni a cose o persone. L'11 gennaio, le Foi hanno arrestato quattro pescatori – due minorenni. Poco dopo, tutti tranne uno sono stati rilasciati.

Incursioni:

Durante il periodo in questione, le Foi hanno condotto almeno quaranta incursioni militari nelle comunità palestinesi della Cisgiordania, durante le quali hanno arrestato quindici civili palestinesi, tra cui un membro del Clp e tre minori.

Nella Striscia di Gaza, le Foi hanno inoltre condotto un'incursione limitata, nel corso della quale hanno spianato alcune aree di terra palestinese, che avevano già devastato in precedenza.

Per approfondimenti, tabelle e ulteriori informazioni, leggere il report completo:

http://www.pchrgaza.org/portal/en/index.php?option=com_content&view=article&id=7203:weekly-report-on-israeli-human-rights-violations-in-the-occupied-palestinian-territory-06-12-january-2011&catid=84:weekly-2009&Itemid=183

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.