Report delle violazioni israeliane nel mese di marzo: 11 palestinesi uccisi. 1.208 violazioni in una settimana.

11 palestinesi sono stati uccisi a seguito delle aggressioni israeliane: 9 sono della Cigiordania, 2 della Striscia di Gaza e Gerusalemme.

Il rapporto riferisce che tra le vittime ci sono 3 minorenni: uno è stato ucciso a pugnalate da coloni, un altro è morto a seguito delle percosse ricevute da militari israeliani. 

A gennaio sono morti 14 cittadini palestinesi. A febbraio 13. 

Violazioni continue

Il rapporto stilato dal Centro di informazione nazionale palestinese della direzione generale per l’informazione ha chiarito che le forze di occupazione continuano le aggressioni contro il popolo palestinese nelle.

Tra il 20/3/2007 e il 26/3/2007 hanno commesso 1.208 violazioni.

14.625 dall’inizio dell’anno.

Tali violazioni sono rappresentate da sparatorie e bombardamenti dei quartieri abitati, attacchi ripetuti alle città e dei villaggi, costruzione di posti di blocco militare, chiusure ripetute di queste città e villaggi, confisca dei terreni, e altre aggressioni.

Il rapporto ha precisato che le forze di occupazione hanno sparato contro i cittadini e le proprietà per 43 volte, colpendone 15; hanno effettuato 36 operazioni di arresto durante le quali sono stati imprigionati 90 cittadini palestinesi, e 62 operazioni di invasione con 161 attacchi.

 

Posti di blocchi (checkpoint)

Nella settimana tra il 20/3/2007 e il 26/3/2007 le forze di occupazione hanno installato 117 checkpoint temporenei, chiuso per 350 volte le strade e gli  accessi cittadini alle persone e alle merci.

Per quanto riguarda le aggressioni dei coloni armati, il rapporto ne ha registrate 5 contro i cittadini palestinesi.

Prosegue anche la costruzione del Muro dell’apartheid.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.