Scontri tra le fazioni palestinesi dopo uccisione di Qouqa: forze di sicurezza palestinesi accusate di tradimento.

 
L’uccisione di Yousef Quoqa ha scatenato accuse di tradimento e insinuato dubbi tra le fazioni palestinesi nella Striscia di Gaza. 
Durante una conferenza stampa, Abu Abeer, il portavoce dei Comitati di Resistenza popolare, ha accusato alcuni membri degli apparati di sicurezza palestinesi di aver facilitato l’attentato al leader dei Comitati, o di non averlo protetto.
Tali accuse hanno scatenato la reazione delle guardie di Masharawi – la cui casa è a soli 30 metri dal luogo dove si è svolta la confernza stampa -, che hanno iniziato a sparare. Ne è nato uno scontro che ha portato al ferimento anche di due bambini.
Lo scontro è divampato in tutta l’area, soprattutto durante il funerale di Qouqa. Alcune delle centinaia di partecipanti hanno iniziato a gridare insulti contro le forze di sicurezza palestinesi.
Le Brigate di al-Aqsa hanno accusato Abu Abeer di aver ordito un complotto e hanno pubblicato un comunicato in cui affermano che le sue dichiarazioni non rappresentano quelle dei Comitati di resistenza popolari, ma solo le sue personali idee.

Le sparatorie sono proseguite per tutta la città e hanno portato all’uccisione di una persona e al ferimento di cinque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.