Sit-in di protesta dell’Unione dei Giornalisti palestinesi contro attacco israeliano e rapimento di cronisti.

L’Unione dei Giornalisti palestinesi oggi ha organizzato un sit-in a Ramallah per manifestare contro l’invasone della città da parte dell’esercito israeliano, avvenuta giovedì scorso, che ha causato la morte di 4 persone e il ferimento di altre 30. 

Alla protesta hanno aderito decine di giornalisti, di parlamentari, amministratori e di leader delle varie fazioni palestinesi.
I manifestanti hanno mostrato foto dei colleghi Fadi Arouri, Osama Silwadi e di Jaime Razuri e intonato slogan contro gli attacchi ai giornalisti e per la liberazione del fotografo peruviano.

Il presidente dell’Unione dei Giornalisti, Na’im Tubasi, ha spiegato che i giornalisti stranieri sono vittime sia dell’occupazione israeliana sia dei conflitti interni palestinesi, e ha chiesto alle organizzazione di tutela dei diritti umani di aprire un’inchiesta sulle violazioni israeliane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.