Striscia di Gaza, al-Khudari: ‘Erano dei bambini il 35% dei malati morti a causa dell’assedio’.

Gaza – Infopal. Un terzo dei malati morti a causa dell’assedio sono bambini. Il 35% delle 252 vittime dell’embargo israelo-internazionale. E’ la denuncia diffusa ieri dall’on. Jamal Al-Khudari, presidente del Comitato popolare contro l’Assedio alla Striscia di Gaza.

Si tratta di malati che non hanno avuto accesso alle cure mediche e che non sono state autorizzate da Israele a lasciare la Striscia per recarsi in ospedali stranieri.

Dall’estate dello scorso anno, la Striscia di Gaza è un’enorme prigione a cielo aperto, dove un milione e mezzo di esseri umani sono lasciati a languire senza che la comunità internazionale si muova per costringere le autorità israeliane (e anche quelle egiziane) a rispettare il diritto internazionale e umanitario.

Con la scusa della "sicurezza", invocata ormai per coprire ogni sorta di abuso, ingiustizia, violazione dei diritti civili e umani, Israele (ma dovremmo aggiungere anche molti altri Paesi), Israele vieta il rifornimento di 52 medicinali specialistici, compresi quelli "base" e per la cura del cancro – patologia in aumento nella Striscia di Gaza, dove, nell’estate di due anni fa, sono state sperimentate armi di distruzione di massa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.