Striscia di Gaza, Israele decide oggi per l’escalation o per la tregua.

Tel Aviv -Infopal. Il premier israeliano Ehud Olmert presiederà oggi la seduta di consultazione con i ministri della guerra, Ehud Barak, e degli esteri, Tzipi Livni, per decidere la prossima mossa nella Striscia di Gaza.

La radio israeliana ha fatto sapere oggi che "la seduta può portare alla decisione di scatenare una vasta operazione militare nella Striscia di Gaza. Queste determinazioni saranno presentate al Consiglio dei ministri per la ratifica durante la riunione di domani".

La radio ha citato fonti politiche nel governo israeliano secondo le quali  i negoziati per la tregua, promossi dall’Egitto, "hanno portato ad accettare le richieste israeliane per la fine del lancio di razzi contro il territorio israeliano e a vietare il contrabbando attraverso il Sinai".
Le fonti hanno aggiunto: "Ciò mostra che se Hamas continua a introdurre illecitamente armi nella Striscia, Israele può agire unilateralmente per porre fine alla tregua".
Sembra che molti membri del governo israeliano siano orientati più verso l’escalation militare che verso la tregua. 

Il ministro Ze’ev Boim ha dichiarato che chiederà al governo di prendere una decisione definitiva su una "dura operazione militare" che, spera, "possa portare alla distruzione di Hamas e al potenziamento dei moderati nella Striscia di Gaza".

Secondo l’analista politico e militare del Canale 2 della Tv israeliana, Roni Daniel, l’intelligence israeliana ritiene che Hamas voglia davvero un cessate il fuoco e che i ministri israeliani ne dovranno discutere.

La Tv israeliana ha aggiunto che il cessate il fuoco dovrebbe divenire effettivo nei prossimi giorni e che i dirigenti dell’esercito sono lieti che le brigate al-Qassam, ala militare di Hamas, abbiano fermato i lanci di razzi dalla Striscia di Gaza verso Israele.

Notizie correlate: 07-06-2008:
"Olmert di ritorno dagli Usa: ‘Imminente una vasta campagna militare contro la Striscia’."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.