Striscia di Gaza: massicci bombardamenti israeliani. Tre feriti e tre dispersi.

 
Gaza – Infopal
. Questa notte, l'aviazione da guerra israeliana ha lanciato una serie di attacchi mirati contro la zona est di Rafah, nel sud della Striscia di Gaza.

Tre palestinesi sono rimasti feriti e tre risultano dispersi.

I nostri corrispondenti ci hanno riferito che gli “F16” israeliani hanno preso di mira l’area al-Jeradat, a est di Rafah, sul confine egiziano – palestinese, lanciando missili che hanno colpito il già devastato aeroporto “Yasser Arafat” a Dahaniya, e le zone dei tunnel.
Le ambulanze sono accorse sul posto, ma anche esse sono state oggetto del fuoco israeliano. Non si sa ancora se ci sono vittime.

Contemporaneamente, gli aerei da guerra israeliani stanno sorvolando tutta la Striscia di Gaza. L'allerta della popolazione è generale. Tutte le postazioni della sicurezza e del governo sono state evacuate.

Parallelamente, agli attacchi aerei, le forze di invasione stanno conducendo incursioni di terra: diversi veicoli militari israeliani sono penetrati nella zona est della cittadina di Beit Hanoun e in quella dell’ex colonia “Dugit”, a nord-est della Striscia di Gaza.

I nostri corrispondenti ci hanno riferito che quattro carri armati e due bulldozer sono entrati per duecento metri all'interno della Striscia sparando massicciamente contro i campi coltivati.

L'esercito israeliano ha affermato che i bombardamenti sono una “risposta” al lancio di missili palestinesi contro il sud di Israele. Ieri pomeriggio, un razzo artigianale è caduto in un'area aperta, nella regione di Eshkol, senza creare danni.

Lunedì, invece, l'esercito ha dichiarato di aver trovato due congegni esplosivi in due diverse zone del sud.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.