Troupe di Rai Cinema attaccata da un colone israeliano. Arrestato il cameraman.

Una troupe della Rai italiana è stata attaccata da coloni ebrei a Hebron. Lo ha denunciato l’ISM, l’International Solidarity Movement, oggi.

La troupe di RAI Cinema TV sta girando un documentario sulle scuole in Israele e in Palestina. L’attacco è stato condotto dal portavoce dei coloni di Hebron, David Wilder.

L’ISM ha riferito che la regista Barbara Cupisti stava filmando i bambini palestinesi in Strada Shuhada, quando Wilder si è avvicinato a lei e ha iniziato a fotografarla a distanza ravvicinata. La donna gli ha chiesto di smettere, inutilmente.
A quel punto, il cameraman palestinese Raed Al-Helo ha preso a scattare foto a Wilder, ma questo ha reagito afferrandogli la macchina fotografica e aggredendolo.

La polizia israeliana ha arrestato Al-Helo….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.