Un rabbino estremista arrestato per incitamento alla violenza

Imemc. Era stato arrestato lunedì scorso per incitamento alla violenza, e più precisamente per incoraggiamento ad uccidere i non ebrei.

Dopo la pubblicazione del suo libro “The King's Torah”, in cui afferma la liceità di questo omicidio selettivo, Yitzhak Shapira è stato arrestato, a seguito di un'inchiesta della Polizia israeliana e su ordine del Procuratore generale.

Alcune citazioni dal libro: “Ovunque la presenza di un non ebreo ponga una minaccia per Israele, è concesso ucciderlo, anche se è un non ebreo retto che non è responsabile per la situazione di minaccia”.

“Quando incontriamo un non ebreo che ha violato le 'Sette leggi di Noè' [si tratta della dottrina del Noachismo, che postula i precetti che il non ebreo deve osservare per essere accettato dagli ebrei, ndr] e lo uccidiamo senza tenere in considerazione tutti i precetti, nessuna proibizione viene violata”.

Quando la Polizia l'ha arrestato nella sua abitazione ha prelevato diverso materiale. Adesso è sottoposto ad interrogatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.