Una madre muore giorni dopo i due figli, per le ferite riportate dai frammenti di missili israeliani.

Dal nostro corrispondente.

Fonti mediche presso l’ospedale Nasser, a Khan Younis, hanno confermato la morte di una donna palestinese, Huda An-Nouri, 44 anni, a causa delle ferite riportate durante l’attacco israeliano contro la regione di Ash-Shoka, a Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, il 18 agosto.

I medici hanno riferito che la signora era gravemente ferita alla testa e al petto da schegge dei missili lanciati da aerei israeliani telecomandati.

I frammenti hanno anche ucciso il figlio Omar, 17 anni, e sua figlia, Kifah, 15.

La morte degli An-Nouri fa salire a 19 il numero di palestinesi uccisi nell’area di Ash-Shoka a seguito dell’invasione delle forze israeliane nella regione.

Oggi pomeriggio, migliaia di persone hanno partecipato ai funerali di Huda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.