Violenze della polizia israeliana contro detenuti palestinesi nel carcere del Negev.

Il ministro degli Affari per i Prigionieri, Wasfi Qabaha, ha reso noto che la vita di 1900 palestinesi rinchiusi nella prigione del Negev è a rischio.
Questa mattina, infatti, più di 5000 poliziotti israeliani e membri delle Forze speciali, muniti di bastoni e gas lacrimogeni, hanno fatto irruzione nella sezione B-1 del famigerato carcere e hanno attaccato con violenza i detenuti trasferendone poi parecchi in altre prigioni o verso destinazioni ignote.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.