'360 bambini palestinesi prigionieri in Israele'.

"360 bambini palestinesi rimangono illegalmente detenuti nelle prigioni di Israele": è la denuncia lanciata dalla Associazione Wa’ed per i Prigionieri politici e gli ex-prigionieri.

         La Società ha accusato l’esercito israeliano di eseguire "pratiche illegali contro il popolo palestinese e i minori" e ha aggiunto che i bambini palestinesi costituiscono un bersaglio continuo delle violenze israeliane.

Dal settembre 2000, l’esercito israeliano ha sequestrato oltre 7000 cittadini, tra cui bambini che ancora si trovano in prigione, in condizioni disumane, aggrediti, assaltati ripetutamente.

Ai minori sono impedite le visite dei legali, non viene fornito loro cibo sufficiente e decente, e sono imprigionati in celle con adulti israeliani detenuti per crimini. I ragazzini sono vittime di violenze di ogni genere, anche sessuali.

La Società ha lanciato un appello alle organizzazioni umanitarie e per i diritti umani affinché intervengano per porre fine alle pratiche illegali, disumane e contrarie al diritto internazionale attuate contro i prigionieri palestinesi, in particolare, i bambini.

(Info: www.dci-pal.org/english/camp/freedom/display.cfm?docid=243&categoryid=14)

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"