Jimmy Carter: ‘L’assedio di Gaza è uno dei peggiori crimini contro i diritti umani’.

Gaza – Infopal. L’ex presidente americano Jimmy Carter ha definito l’assedio israeliano imposto alla Striscia di Gaza “uno dei più gravi crimini attuali contro i diritti dell’uomo”. 

Carter, 83 anni, durante il suo discorso di domenica al festival “Hay-on-Wye” nel Galles, in Gran Bretagna, ha dichiarato che l’assedio imposto da parte degli israeliani alla Striscia di Gaza – da quando Hamas ha assunto il controllo della Striscia di Gaza, nel giugno 2007 -, rappresenta “uno dei più grande crimini contro i diritti dell’uomo dei nostri tempi”. E ha aggiunto che “non c’è ragione per trattare questa gente in questo modo”. 

Durante gli anni della sua presidenza negli Stati Uniti (1977-1981), Carter aveva promosso le trattative di pace tra Egitto e Israele, svoltesi a Camp David, nel 1978. Esse portarono alla firma degli accordi di pace tra lo Stato di occupazione e l’Egitto. 

Carter ha proseguito dicendo che gli europei “sono coloro che hanno sostenuto la formazione di un governo di unità nazionale composto dai movimenti di Fatah e Hamas. Essi devono incoraggiare Hamas a garantire il cessate il fuoco nella fase iniziale e incoraggiare gli israeliani e Hamas stesso a concludere l’accordo per lo scambio dei detenuti. Di conseguenza, Israele deve accettare la tregua in Cisgiordania”.

Ad aprile, Carter aveva incontrato a Damasco il capo dell’Ufficio politico del movimento di Hamas, Khaled Mishaal, e al Cairo altri leader del movimento islamico.  

L’ex presidente Usa ha poi affrontato il discorso delle armi nucleare in possesso di Israele e ha detto ai giornalisti che lo Stato ebraico ha un arsenale di 150 testate nucleari.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"