Jimmy Carter: ‘L’assedio di Gaza è uno dei peggiori crimini contro i diritti umani’.

Gaza – Infopal. L’ex presidente americano Jimmy Carter ha definito l’assedio israeliano imposto alla Striscia di Gaza “uno dei più gravi crimini attuali contro i diritti dell’uomo”. 

Carter, 83 anni, durante il suo discorso di domenica al festival “Hay-on-Wye” nel Galles, in Gran Bretagna, ha dichiarato che l’assedio imposto da parte degli israeliani alla Striscia di Gaza – da quando Hamas ha assunto il controllo della Striscia di Gaza, nel giugno 2007 -, rappresenta “uno dei più grande crimini contro i diritti dell’uomo dei nostri tempi”. E ha aggiunto che “non c’è ragione per trattare questa gente in questo modo”. 

Durante gli anni della sua presidenza negli Stati Uniti (1977-1981), Carter aveva promosso le trattative di pace tra Egitto e Israele, svoltesi a Camp David, nel 1978. Esse portarono alla firma degli accordi di pace tra lo Stato di occupazione e l’Egitto. 

Carter ha proseguito dicendo che gli europei “sono coloro che hanno sostenuto la formazione di un governo di unità nazionale composto dai movimenti di Fatah e Hamas. Essi devono incoraggiare Hamas a garantire il cessate il fuoco nella fase iniziale e incoraggiare gli israeliani e Hamas stesso a concludere l’accordo per lo scambio dei detenuti. Di conseguenza, Israele deve accettare la tregua in Cisgiordania”.

Ad aprile, Carter aveva incontrato a Damasco il capo dell’Ufficio politico del movimento di Hamas, Khaled Mishaal, e al Cairo altri leader del movimento islamico.  

L’ex presidente Usa ha poi affrontato il discorso delle armi nucleare in possesso di Israele e ha detto ai giornalisti che lo Stato ebraico ha un arsenale di 150 testate nucleari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.