Olanda: Festival palestinese 2011 lancia ‘Iniziativa europea contro Muro e colonie israeliane’

Amsterdam – InfoPal. E' nata in Olanda l'”Iniziativa europea per la rimozione del Muro d'Apartheid e delle colonie israeliane”, una realtà per la tutela dei diritti del popolo palestinese che avrà sede all'Aja.
Sono diverse organizzazioni per i diritti umani che operano in Europa ad aver aderito all'iniziativa per respingere la politica coloniale di Israele in Palestina attraverso l'imposizione del Muro e delle colonie che derubano la terra ai palestinesi.

Il lancio di “Iniziativa” è stato annunciato all'interno del Festival palestinese 2011, che quest'anno porta lo slogan “No all'occupazione, no all'assedio” svoltosi in settimana a Rotterdam, in Olanda. I diritti fondamentali del popolo palestinese e il supporto ad oltranza per la rottura dell'assedio israeliano sulla Striscia di Gaza sono stati i pilastri della rassegna.

Amin Abu Rashid, presidente del Festival, ha ricordato la violazione che Muro e colonie israeliane costituiscono per la legalità internazionale e che la colonizzazione dei Territori palestinesi occupati avviene contestualmente all'espulsione coatta dei suoi abitanti originari.

“Demolizione delle abitazioni e confisca delle terre sono particolarmente aggressive ad al-Quds (Gerusalemme)”.

“Iniziativa” sarà un punto di riferimento per la raccolta di documentazione e per la divulgazione delle informazioni sul reale stato di colonizzazione della Palestina da parte dello Stato di Israele. Essa cercherà di fornire un adeguato supporto multilingue ai vari eventi promossi.

Con un'alta presenza dell'infanzia palestinese in diaspora, al Festival si sono alternate esibizioni e altre performance palestinesi.

Khaled at-Tura'ani, direttore di “Inform” a Bruxelles, e 'Abbas Nasser, corrispondente di “al-Jazeera”, sono stati prescelti come ospiti della conferenza e hanno voluto ripercorrere l'esperienza di Freedom Flotilla I fino al lancio della seconda missione, la cui partenza è prevista a metà maggio prossimo.

Altre interessanti storie sono state ascoltate dai presenti: dalle testimonianze di chi era a bordo di Freedom Flotilla I, la prima missione attaccata dai commando israeliani a maggio 2010, quando nove attivisti turchi furono assassinati, a decine feriti e tutti arrestati, a quelle degli attivisti impegnati nella raccolta delle olive palestinesi nella Cisgiordania occupata.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"