530 palestinesi stanno scontando ergastoli nelle prigioni dell’occupazione israeliana

Gaza – Wafa'. 'Abdel Nasser Farwanah, ex detenuto, oggi esperto ricercatore della questione dei prigionieri, ha reso noto che “530 palestinesi stanno ancora scontando uno o più ergastoli all'interno delle prigioni di Israele”.

Farwanah ha elogiato l'accordo di scambio dei prigionieri, il 38° per l'esattezza tra arabi e Israele. Tuttavia, ques'ultimo è il primo nella storia che si realizza sul territorio palestinese.

Sui prigionieri veterani o decani – secondo il termine con il quale vennero indicati i palestinesi arrestati e detenuti prima della sigla degli accordi di Oslo e la creazione dell'Autorità palestinese (Anp), nel maggio del 1994 – Farwanah ha spiegato che “a margine dell'accordo siglato di recente, sono stati liberati 176 di questi decani, compreso Mohammed Salamah Abu Khousah, detenuto dal giugno 1976, e altri quattro prigionieri che hanno trascorso più di 31 anni nelle carceri”.
Essi sono: Na'el e Fakhri Barghouti, detenuti dal 1978, Akram Mansour, Fu'ad ar-Razem, il  decano dei prigionieri di al Quds (Gerusalemme), il decano dei prigionieri dei Territori palestinesi occupati nel 1948 (Israele, ndr),  e il prigioniero più anziano Sami Younes (82 anni) detenuto per 28 anni dal gennaio del 1983.

Tra i detenuti rilasciati con quest'accordo: 95 hanno trascorso più di 20 anni nelle carceri israeliane, tra i quali 27 oltre un quarto di secolo.

Farwanah ha aggiunto che “il titolo di decano di tutti i detenuti in generale, e di quelli provenienti dai Territori palestinesi occupati nel 1948 (Israele, ndr), in particolare, è passato a Karim Younes, di 'Ara'ra al Muthallath, in carcere dal 1983 e condannato all'ergastolo. Karim è stato escluso dall'accordo di scambio”. 

Ricordando ciò, il responsabile palestinese ha osservato: “Nonostante il successo dell'accordo, sarebbe stata auspicabile l'inclusione di tutti i detenuti veterani senza eccezione alcuna, compresi coloro che sono un simbolo della resistenza e della leadership politica: Ahmed Sa'adaat, Marwan e 'Abdallah  Barghouthi e numerosi altri ancora”.

Articoli correlati:

Prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane: il report

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.