A poche ore dall’inizio della tregua, Israele bombarda la Striscia di Gaza. Un morto e due feriti.

Gaza – Infopal. Ieri sera, mentre le tv occidentali e quelle arabe trasmettevano la notizia della tregua tra Israele e le fazioni palestinesi, le forze israeliane sferravano un bombardamento contro il nord della Striscia di Gaza, uccidendo un cittadino palestinese e ferendone altri due.

Fonti mediche palestinesi hanno confermato l’uccisione di un resistente e il ferimento di altri due durante un attacco israeliano che ha preso di mira un gruppo di combattenti, ad est del campo di Bureij, nella Striscia di Gaza centrale.

Le fonti hanno riferito che Rami Abu Sawyerh, residente a Nusseirat, è morto dopo essere stato colpito da frammenti di missili sganciati dall’aviazione israeliana contro il gruppo di combattenti che si trovava nella zona di Juhd ad-Dik, a est del campo di al-Bureij.

Uno dei feriti è un militante dei Comitati di Resistenza Popolare, una delle formazioni della resistenza palestinese. I CRP hanno risposto al fuoco israeliano sparando due razzi artigianali contro la colonia di Nahel ‘Oz.

Le brigate al-Quds, ala militare del Jihad islamico – un’altra formazione che ha aderito alla tregua -, ha lanciato 18 missili artigianali "Quds" contro le cittadine di Ashkelon e Sderot. 

Alle 6 di questa mattina è entrata in vigore la tregua tra Israele e Hamas nella Striscia di Gaza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.