Al-Asad mette in guardia da una nuova guerra in Medio Oriente

Press Tv. Il presidente siriano Bashar al-Asad ha avvertito che l'attacco assassino di Israele nei confronti della Freedom Flottilla diretta a Gaza ha aumentato le possibilità di una nuova guerra in Medio Oriente.

La decisione del governo “piromane” di Israele di attaccare la Flotta ha rovinato le prospettive di pace nella regione: così al-Asad ha affermato ai microfoni della BBC il 17 giugno.

Alla domanda se l'attacco israeliano alle sei navi del convoglio di aiuti abbia aumentato la probabilità di una guerra in Medio Oriente, al-Asad ha risposto: “Assolutamente, assolutamente sì”.

“Quando non c'è la pace, ci si può aspettare lo scoppio della guerra ogni giorno: questo è molto pericoloso”.

Questa azione [l'attacco] ha dimostrato che il governo [di Netanyahu] è un altro governo piromane, e non è possibile raggiungere la pace con una tale autorità”, ha aggiunto il presidente siriano.

Alla domanda sui nuovi rapporti commerciali della Siria con gli Stati Uniti, ha espresso felicità per tale sviluppo; tuttavia, ha sottolineato che l'Iran resterà un alleato del suo Paese, nonostante la promessa di Washington di revocare le sanzioni di 5 anni contro la Siria, a patto che questa tagli i suoi legami con l'Iran.

Le forze israeliane hanno attaccato il 31 maggio la Freedom Flotilla, una missione di soccorso internazionale partita per rompere l'assedio di Tel Aviv nella Striscia di Gaza. L'assalto in acque internazionali ha provocato la morte di almeno 20 attivisti per i diritti umani e oltre 40 feriti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.