Atti vandalici in una scuola durante una visita dei coloni.

Nablus – Infopal. Studentesse della scuola femminile Ma'zuz al-Masri di Nablus hanno trovato il loro istituto devastato da atti di vandalismo. Secondo fonti ufficiali, il danno sarebbe opera dei coloni, che avrebbero agito durante una visita  effettuata giovedì mattina alla Tomba di Giuseppe, che è situata nelle vicinanze della scuola.

Secondo la versione dell'esercito israeliano, organizzatore della visita, sarebbero stati invece i soldati a danneggiare l'edificio “al fine di rendere sicura” la visita, alla quale hanno partecipato circa 500 coloni.

“La scuola ha subito danni di entità minore al momento dell'arrivo – ha spiegato un portavoce delle forze armate – Le Forze di Difesa Israeliane hanno preso atto del danno e stanno collaborando con le autorità palestinesi per rimediarvi”.

All'inizio delle lezioni del giorno dopo, studenti e insegnanti hanno scoperto che qualcuno aveva fatto irruzione nell'istituto, sfondando diverse finestre e gettando dell'immondizia nelle riserve d'acqua, secondo quanto riportato dalla direzione.

Da parte sua, il comune di Nablus ha dichiarato che le sue squadre sanitarie hanno analizzato l'acqua, che è risultata essere contaminata. Le riserve sono state quindi svuotate, disinfettate e riempite nuovamente, secondo fonti dell'istituto.

Una portavoce del governatore di Nablus, Anan al-Atira, ha condannato quello che ha definito un attacco dei coloni giunti a Nablus per motivi religiosi. “Non è la prima volta che la scuola viene devastata dai pellegrini”, ha aggiunto, riferendosi a un incidente simile accaduto diversi mesi fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.