Campagna di Boicottaggio. Le merci israeliane arrivano in Liguria.

 

Campagna di Boicottaggio. Le merci israeliane arrivano in Liguria.
Il terminal portuale di Vado Ligure è diventato strategico per l'israeliana Agrexco

Per tutte le realtà della Liguria riportiamo una informazione utile ai fini della campagna Boicottaggio-Disinvestimento-Sanzioni verso l'economia israeliana.

Carmel Agrexco, la principale società israeliana esportatrice di prodotti agricoli, ha scelto Vado Ligure come scalo di riferimento per il Sud Europa, lasciando così il porto di Marsiglia.
Un accordo in questo senso è stato sottoscritto tra Gf Group, che controlla Reefer Terminal a Vado Ligure e il gruppo Agricultural Export Company, che utilizza per il trasporto le navi frigorifere del servizio Mae (Mediterranean Agrexco Express), fin qui impegnate sulla linea che collega Haifa ed Ashdod con Marsiglia.
Le navi specializzate sono la Carmel Ecofresh e la Carmel Bio Top, in grado di trasportare sia carico in pallet stivato in speciali celle frigo, che contenitori refrigerati.
Il servizio é stato dirottato su Vado Ligure, mantenendo un collegamento settimanale con il terminal francese di Fos. Sino al 2005 Agexco operava da Genova per Haifa ed Ashdod, per poi trasferirsi
a Marsiglia. Ora torna sul mercato italiano, commercializzato dal Gruppo Gastaldi, con partenze settimanali e rese dirette.
Per il porto di Marsiglia, la decisione della
società israeliana costituisce un problema di una certa entità. Si tratta di alcune centinaia di migliaia di tonnellate di prodotti ortofrutticoli movimentate in meno ogni anno,
con conseguenze negative per l'occupazione portuale e per l'indotto. La scelta sarebbe caduta su Vado Ligure perché ritenuto porto più affidabile e meno costoso. (Fonte:ANSAmed)

C:Documents and SettingsutenteDocumenti20-05-09TerminalVadoLigure.mht

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.