Cisgiordania occupata: provocazioni e attacchi dei coloni israeliani

Nablus – InfoPal. Nelle ultime 48 ore, due gravi episodi di violenza si sono registrati nel nord della Cisgiordania occupata.

Circa 3 mila coloni sono giunti all'alba di ieri a Salfit su numerosi autobus scortati da guardie e militari israeliani.

Tutti gli ingressi della comunità palestinese erano stati preventivamente chiusi e vietati ai residenti (palestinesi. ndr).

I coloni avrebbero visitato tre santuari di presunti profeti, tra cui quello di Giosuè bin Nunu.

Questa mattina, raccolti e frutteti di Tal, a sud del distretto di Nablus, sono stati presi d'assalto da numerosi coloni provenienti dall'avamposto di Gilad, “da molti considerato un covo di estremisti ebrei” come ha spiegato Ghassan Douglas, responsabile del monitoraggio sulle violazioni dei coloni nel nord della Cisgiordania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.