Commissione indipendente sui diritti umani: ‘Sicurezza Anp responsabile restrizioni libertà civili’

Ramallah – Pal-Info. Una commissione indipendente sui diritti umani ha lanciato un monito sull'impennata della violenza in Cisgiordania per mano degli ufficiali di sicurezza del governo palestinese: “Oppressione della libertà d'espressione, diritto di assemblea e di manifestazione negati, soprusi da parte degli apparati di sicurezza. Arresti di manifestanti e di professionisti dell'informazione in contesti pubblici svoltisi in maniera del tutto pacifica, per esprimere solidarietà ai popoli tunisino ed egiziano”.

Queste sono state le conclusioni derivanti dall'ispezione su una fitta casistica, risalente agli ultimi 10 giorni, dalla quale emergono gravi casi di restrizioni delle libertà civili.

Non solo il “Basic Law” (Documento costituzionale palestinese adottato nel 2002, ndr), ma anche numerose convenzioni internazionali, come la Dichiarazione universale dei diritti umani (Dudu), sanciscono che “ogni individuo ha il diritto alla libertà di riunione e di associazione pacifica” (art. 20/1948, Dudu).

Dal canto proprio, la Commissione ha invitato l'Anp a rivedere le proprie pratiche e a riconoscere che questi diritti umani fondamentali sono riconosciuti anche al popolo palestinese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.