Decine di coloni israeliani estremisti hanno tentato di demolire la casa dell’esecutore dell’attacco di Gerusalemme.

Gerusalemme – Infopal

Gli abitanti di Jabal al-Mukabber a Gerusalemme occupata si sono opposti a decine di coloni estremisti israeliani che sono riusciti ad attaccare la zona con l’intento di demolire la casa dell’esecutore dell’attentato alla scuola rabbinica di Gerusalemme, dieci giorni fa.

Ne sono nati violenti scontri tra gli abitanti di Jabal al-Mukabber e circa 200 estremisti sionisti che hanno invaso l’area, nonostante “il cerchio di sicurezza” imposto dalla polizia israeliana per tentare di impedire l’ingresso dei coloni.

I coloni estremisti hanno bersagliato le case dei palestinesi con le pietre costringendoli ad opporsi a loro e a cacciarli via, mentre la polizia ha annunciato di avere arrestato dieci assalitori.
Gli estremisti sono giunti nella zona con striscioni razzisti e gridando slogan antipalestinesi e antiarabi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.