Due giovani uccisi: uno da un congegno esplosivo, l’altro da proiettili. Entrambi israeliani.

Fonti mediche hanno dichiarato che il quindicenne Mohammed Al-Za’anin, è stato ucciso nello scoppio di un congegno esplosivo abbandonato dalle truppe di occupazione israeliane in Beit Hanun, nel nord della Striscia.

A Rafah, un giovane di 20 anni, Salama Abu Odwan, è stato colpito al petto da un proiettile delle forze israeliane, ed è morto sul colpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.