Dweik: ‘Ora la riconciliazione dipende dalla capacità di respingere le ingerenze esterne’

Al-Khalil (Hebron) – InfoPal. 'Aziz Dweik, presidente del Consiglio legislativo palestinese (Clp), ha definito “storico” l'incontro tra la leadership di Hamas e Fatah al Cairo atteso fra pochi giorni.

“Tuttavia, la riuscita della riconciliazione nazionale palestinese dipende dalla capacità di restare indifferenti alle ingerenze straniere negli affari palestinesi”, ha osservato il presidente del Clp.

“Il ritardo nel raggiungimento dell'intesa nazionale è stato causato anche dalle pressioni esterne. Il popolo palestinese e la sua leadership ora devono mettere da parte il pensiero del veto americano che minaccia di far deragliare il piano per l'entrata della Palesitna all'Onu.
Quello statunitense è stato una chiaro gesto di sfida al popolo paletitnese. Chi vuole la pace non avrebbe interesse a tenerci divisi tra Cisgiordania e Gaza”.

Riconoscendo le difficoltà oggettive sul campo, rappresentate da convocazioni, repressione e dagli arresti condotti dagli apparati di sicurezza in Cisgiordania, per Dweik, la riconciliazione non sarà immediata, ma è all'orizzonte palestinese.

A tal proposito, egli ha richiamato le parti ad adottare un atteggiamento di distensione verso l'altra, e di fare dell'incontro politico un momento storico.
Dweik ha auspicato che le istituzioni palestinesi possano rinforzare il proprio elemento democratico nella società, a favore della quale promuovere parità di diritti e accesso al processo democratico contro i tentativi di abbattere la vita politica palestinese, come fa Israele con gli arresti politici di deputati, ministri e rappresentanza politica palestinese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.