Esperti israeliani: Bush è il responsabile dell’estremismo di Olmert.

Gerusalemme – Infopal

Diversi esperti israeliani hanno accusato il presidente americano George W. Bush di minacciare la stabilità del mondo e di incoraggiare l’estremismo del governo di occupazione israeliano.

Jadon Levi, commentatore del giornale Ha’aretz, ha accusato Bush di "incoraggiare Israele a portare avanti il colonialismo, la guerra e l’oppressione contro i palestinesi": "Non c’è mai stato, nella Casa Bianca, un presidente che abbia permesso gratuitamente a Israele di attaccare, come ha fatto Bush, sollecitandolo a effettuare operazioni violente, oltre a rafforzare l’occupazione. Questo non riflette un’amicizia verso Israele, e non dimostra nemmeno attenzione per i suoi interessi".

E ha aggiunto: "Bush è il presidente che ha reso legale ogni aggressione, a partire dall’ampliamento delle colonie, ignorando tutti gli accordi firmati, compresi quelli raggiunti da Israele con l’Anp sotto il patrocinio degli Stati Uniti".

Levi ha sottolineato l’aiuto di Bush "a rafforzare l’occupazione, rendendola più dura", considerando ciò come "luce verde data a Israele per effettuare l’ultima guerra contro il Libano. Sono gli Usa guidati da Bush, a condurre l’assedio imposto sul governo di Hamas. È l’assedio che affama gli abitanti di Gaza".

Pericolo mondiale
Ben Kasbet, editorialista di punta del quotidiano “Maariv”, ha scritto: "Bush riesce solo a causare danni, non solo al suo Paese, ma anche a Israele e a tutto il Medio Oriente".
E ha aggiunto: "Bush espone il mondo al pericolo. Grazie alla presenza di presidenti come questo, le persone avranno nostalgia dell’era di Stalin e Krushev, dell’era della guerra fredda".
E ha proseguito, prendendolo in giro, dicendo: "Al mondo libero non resta che calcolare il tempo che rimane al termine dell’ultimo anno del suo mandato. Sicuramente sarà un anno lungo e doloroso. Al suo termine, molti spereranno che il suo successore riesca ad aggiustare un po’ del danno che ha causato".
E ha aggiunto: "È da molto tempo che negli Stati Uniti non sale al potere un presidente fallito in questa maniera, che ha recato un danno simile agli interessi dell’occidente in cosi poco tempo. Per la prima volta, da decenni, gli Stati Uniti mostrano al mondo le minacce della propria dirigenza. I cittadini americani, in diversi stati del mondo, nascondono la loro identità. L’economia americana traballa, e la posizione americana è in una discesa senza precedenti".

Kasbet aggiunge ancora: "Bush è il primo responsabile dei disordini in Iraq, e della salita del movimento di Hamas al potere", e ha avvertito che Bush, se riuscirà, lavorerà per far cadere il potere in Siria, per destabilizzare la la zona. "La cosa più pericolosa è che ancora non ha colto la grande stupidità dei suoi passi, non c’è nessuno che gli dica che nonostante le auto e gli aerei, gli organi di sicurezza, CIA, FBI, le forme di potere, e tutto ciò che lo circonda, in realtà è completamente nudo".
E ha terminato dicendo: "L’influenza di Bush sulla zona è minore di quella di Ahmad al-Ja’abari, capo dell’ala militare del movimento di Hamas".

La prima pagina di “Haaretz” scrive che Bush è il responsabile delle attività coloniali in Cisgiordania: "Gli Stati Uniti non chiedono seriamente di togliere i focolai coloniali, precisando che se fossero seri, queste colonie sarebbero già sparite da tempo".

Il giornale considera l’amministrazione americana socia di Olmert "nel perdere l’occasione per raggiungere una soluzione con il presidente Abbas".

Abraham Tirosh, segretario del governo israeliano al tempo di Begin, ha sottolineato che l’obiettivo principale della visita di Bush è quello di "salvare il futuro personale di Olmert, prima dell’uscita del rapporto finale della commissione Winograd".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.